Descrizione

Titolo
Sweet nothing
Autore
Giulia Mariella
Bio Autore/Descrizione opera

Nata a Foggia nel 1990, impara a disegnare ancor prima di parlare e così trascorre la sua infanzia illustrando storie fantastiche che vedono protagonisti lei e i suoi amici. Nel 2004 si iscrive al corso di decorazione pittorica all’Istituto d’Arte di Foggia, e durante il periodo degli studi coltiva la sua passione per il disegno e la narrativa frequentando un corso della durata di due anni di fumetto e illustrazione tenuto da Mario Milano (Sergio Bonelli Editore) alla conclusione del quale partecipa a una mostra collettiva presso la Villa Comunale della città. Sempre in questo periodo prende parte a diversi concorsi di illustrazione e moda, vincendo anche alcuni premi. Nel 2009 si iscrive al corso di Graphic Design presso l’Accademia di Belle Arti di Foggia, dove si laurea con il massimo dei voti pubblicando una tesi di laurea intitolata “L’arte attraverso lo schermo” che analizza l’utilizzo della tecnologia digitale nell’arte e raccoglie una serie di interviste a diversi artisti contemporanei. Nel 2012 inizia a collaborare con Federico Mercurio alla realizzazione di videogiochi, esperienze multimediali e app. Nel 2014 i due fondando lo studio indipendente “Iperurania Art”, una software house orientata alla creazione di opere videoludiche artistiche. Nel 2016 partecipa alla prima edizione di “Neoludica” e parla dell’arte nei videogiochi e della situazione femminile nel modo dello sviluppo. Nel 2017 partecipa alla “Milan Games Week” presentando il primo videogioco internazionale della casa: “Beyond the Sky”, il quale viene pubblicato l’anno successivo ricevendo premi e buone risposte dal pubblico e dalla critica. Sempre nel 2018 inizia ad insegnare Arte per Videogiochi in corsi di formazione e scuole private. Attualmente è a lavoro su nuovi progetti videoludici e continua ad insegnare Arte per videogiochi con passione, sperando di tramandare l’amore per i videogiochi alle nuove generazioni. Dal 2018 lavora come docente alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze per il corso triennale di Game Artist.